Pubblicato: mar, 29 Gen , 2013

Strage di Ustica, causata da un missile

 La Corte di Cassazione, dopo 32 anni di sospetti, verità negate e depistaggi ha stabilito che a far esplodere il Dc9 Itavia è stato un missile.

 

di Piera farinella

NEWS_94891Oggi la Corte di Cassazione, dopo 32 anni di sospetti, verità negate e depistaggi ha stabilito che a far esplodere il 27 giugno 1980 il Dc9 Itavia è stato un missile e non un ordigno nascosto a bordo. La strage di Ustica da sempre è stata coperta, una verità che riguarda la morte di 81 persone, tra cui 11 bambini, che il 27 giugno del 1980 erano a bordo del dc9 Itavia in viaggio tra Bologna e Palermo. L’aereo, della compagnia italiana itavia, si aprì in volo all’improvviso, mentre decollava da Bologna, per poi scomparire in mare. A presupposto delle richieste risarcitorie contro lo Stato presentate dai familiari di tre vittime della strage di Ustica«Abbondantemente e congruamente motivata la tesi del missile» e accolta dalla Corte di Appello di Palermo, scrive la Cassazione civile affermando che il controllo dei radar sui cieli italiani non era sicuro. Tanti in questi anni gli insabbiamenti , tante le prove cancellate, tante le scuse al limite della credibilità, come le pagine strappate nel registro radar di Marsala, la mancanza di documentazione del centro radar di Licola. Nel porto di Napoli, quella notte, c’era pure la portaerei americana Saratoga. In una primo momento si disse che tutti i radar di bordo erano spenti per manutenzione, poi gli americani ammisero che uno era acceso ed aveva verificato un’intensa attività aerea nella zona, ma purtroppo, come spesso accade, i tracciati radar erano andati persi. Di sicuro è che in quelle ore erano in corso esercitazioni militari internazionali in zona, pare che ci fosse anche un’intensa attività di caccia, libici che sorvolavano lo spazio aereo italiano. L’ex presidente della Repubblica Cossiga, qualche anno fa affermò che ad abbattere il dc9 era stato un missile francese, e specificò pure: “Era un missile a risonanza”. Ora lo Stato deve risarcire i familiari delle vittime per non aver garantito, con sufficienti controlli dei radar civili e militari, la sicurezza dei cieli.

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Roma, per un’erotica della città

11 dicembre 2017, Commenti disabilitati su Roma, per un’erotica della città

Roma, la radio al centro con gli AmmazzaCaffè.

9 dicembre 2017, Commenti disabilitati su Roma, la radio al centro con gli AmmazzaCaffè.

Dove vanno i soldi dei clan

7 dicembre 2017, Commenti disabilitati su Dove vanno i soldi dei clan

Castelfranco Piandiscò: il Comune unico sulle pendici del Pratomagno

27 novembre 2017, Commenti disabilitati su Castelfranco Piandiscò: il Comune unico sulle pendici del Pratomagno

Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

21 novembre 2017, Commenti disabilitati su Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.