Pubblicato: gio, 20 Mar , 2014

Torino, via la cittadinanza onoraria a Mussolini

 Presentata in consiglio  una mozione per eliminare il nome del duce dall’elenco dei cittadini onorari 
Mussolini in visita alla Fiat

Mussolini in visita alla Fiat

Dopo Torre Pellice, anche il capoluogo piemontese decorato nel 1959 della medaglia d’oro alla Resistenza, si appresta a revocare la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. La mozione del comune valdese è stata presa ad esempio dai consiglieri comunali di Sel e del Pd. La copia del  documento con cui  Lorenzo La Via di Sant’Agrippina allora Regio Commissario, l’11 maggio del 1924 conferiva al duce l’onorificenza,  è stata ritrovata tra gli scaffali dell’Archivio Storico di Torino.  Il registro era andato perduto pertanto  il nome di Mussolini è rimasto per anni tra i cittadini onorari. Per revocare il provvedimento che 90 anni fa concesse la cittadinanza onoraria al duce, occorrono le firme di un quarto del Consiglio comunale l’approvazione di almeno tre quarti dell’assemblea. Per questo motivo spiega Michele Paolino, capogruppo del Pd uno dei promotori della mozione  «il documento è stato inoltrato  a tutti i gruppi consiliari, per arrivare al voto con il più ampio consenso».  Come si legge nella mozione scritta proprio da Paolino insieme alle colleghe Marta Levi e Lucia Centillo  «la Sala Rossa ritiene che la figura di Benito Mussolini confligga con i valori di pace, uguaglianza e libertà che ispirano la nostra comunità e la Costituzione italiana e che la cittadinanza onoraria conferitagli rappresenti motivo di discredito per la Città e per tutte le personalità insignite di tale onorificenza». L’istanza di revoca che ha già ottenuto il sostegno da parete di 2 consiglieri di Sel Michele Curto e Marco Grimaldi, dovrebbe essere votata a breve in Consiglio comunale. 

 

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

28 marzo 2024, Commenti disabilitati su CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

13 dicembre 2023, Commenti disabilitati su Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

26 novembre 2023, Commenti disabilitati su Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

25 novembre 2023, Commenti disabilitati su Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

Video

Service Unavailable.