Pubblicato: lun, 6 Gen , 2014

Prezzi al consumo: l’aumento è dello 0,2%

A dicembre 2013, secondo i dati provvisori, aumenta l’indice nazionale dei prezzi al consumo

 

Retribuzioni contrattualiL’indice dei prezzi al consumo, secondo quanto rilevato dall’Istat, aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente e dello 0,7% nei confronti di dicembre 2012. La stabilità dell’inflazione è determinata, principalmente, dall’accelerazione della crescita su base annua dei prezzi degli alimentari non lavorati, dall’ulteriore riduzione della flessione di quelli dei beni energetici e dal rallentamento della dinamica tendenziale dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti. Nella fattispecie, il contributo inflazionistico dei primi due fattori, al netto dei quali l’inflazione di fondo scende allo 0,9%, dall’1,2% di novembre, viene compensato dal terzo. Tra l’altro, anche al netto dei soli beni energetici, l’inflazione rallenta (+0,9%, da +1,1% di novembre).

 Il rialzo mensile dell’indice generale è in gran parte da attribuire all’aumento dei prezzi dei vegetali freschi (+13,8%), dei beni energetici non regolamentati (+1,6%) e dei servizi relativi ai trasporti (+0,9%), influenzati da fattori stagionali. Inoltre, anche il tasso di crescita su base annua dei prezzi dei beni cresce allo 0,4%, dallo 0,2% di novembre, mentre quello dei prezzi dei servizi scende allo 0,9%, quando nel mese precedente era positivo e pari all’1,2% Pertanto, il differenziale inflazionistico tra servizi e beni, rispetto a novembre 2013, si dimezza.

Secondo il nostro Istituto nazionale di statistica, i prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto aumentano dello 0,5% su base mensile e crescono dell’1,3% su base annua, in accelerazione dallo 0,8% di novembre. Sulla scorta delle stime preliminari, il tasso di inflazione medio annuo per il 2013 è pari all’1,2%, in netta decelerazione rispetto al 3,0% registrato nel 2012. Sempre a dicembre 2013, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo aumenta dello 0,3% su base mensile e dello 0,6% su base base annua, con una decelerazione di un decimo di punto percentuale rispetto a novembre (+0,7%). Il tasso di crescita medio annuo relativo al 2013 è pari all’1,3%, con un rallentamento di due punti percentuali rispetto al 3,3% del 2012.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Prestiti, recupero e cessione crediti: l’altra faccia dei debiti

24 settembre 2022, Commenti disabilitati su Prestiti, recupero e cessione crediti: l’altra faccia dei debiti

Nasce a Palermo la sede conviviale della FITEL-Sicilia.

12 settembre 2022, Commenti disabilitati su Nasce a Palermo la sede conviviale della FITEL-Sicilia.

Calabria, il paradiso irraggiungibile

10 settembre 2022, Commenti disabilitati su Calabria, il paradiso irraggiungibile

La ndrangheta non esiste al nord

5 settembre 2022, Commenti disabilitati su La ndrangheta non esiste al nord

Juris Pills : traffico di influenze e Lobbying

25 agosto 2022, Commenti disabilitati su Juris Pills : traffico di influenze e Lobbying

Video

Service Unavailable.