Pubblicato: ven, 7 Feb , 2014

Palermo, dopo il crollo della palazzina, murata piazza Garraffello

Dopo il crollo nel cuore della notte della palazzina a piazza Garraffello, nel centro storico di Palermo, il Comune ha disposto la chiusura della zona con un muro

muro_vucciricaIl Comune decide di chiudere, murandola, piazza Garraffello. Da questa mattina gli operai stanno realizzando i muri nelle entrate della piazza. Già pronto quello del lato di via Argenteria Vecchia. Tanta rabbia per chi vive in quella zona e soprattutto, per chi ci lavora, che vedrà drasticamente in questi giorni crollare i propri profitti. Turisti e passanti sbigottiti e tanti i momenti di tensione tra i cittadini e le autorità. Oltre le proteste contro le forze dell’ordine anche quelle contro l’assessore comunale, Agata Bazzi. I muri sono alti circa due metri e vengono alzati nelle vie di accesso. L’unico accesso alla piazza sarà quello in direzione via Chiaviettieri, da via Argenteria.

Il crollo della palazzina era avvenuto nei giorni scorsi, nel cuore della notte, quando poco dopo le 22, venne giù provocando il panico nella zona. Un venditore ambulante, che si trovava con il suo furgone davanti allo stabile, era riuscito a mettersi in salvo poco prima di essere travolto dai calcinacci. L’edificio, degradato e fatiscente, da decenni era simbolo dello sgretolamento della Vucciria, il mercato che Guttuso dipinse nella sua celebre tela. Il crollo non ha causato feriti o morti per puro caso. Se fosse successo di sabato sera le vittime, giovani, sarebbero state numerose.

Il palazzo era stato per anni la base dell’installazione dell’austriaco Uwe Jaentsch, che ha scelto la Vucciria e proprio piazza Garraffello come suo laboratorio a cielo aperto. Di fronte l’edificio sbriciolato, dall’altro lato della fontana, c’è un altro palazzo, anch’esso trasformato dall’intervento dell’artista austriaco, anch’esso fatiscente e degradato come l’altro.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

16 novembre 2017, Commenti disabilitati su Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

impertinenteMente

14 novembre 2017, Commenti disabilitati su impertinenteMente

Un prete che ha fatto il voto di povertà

13 novembre 2017, Commenti disabilitati su Un prete che ha fatto il voto di povertà

Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

“Prendere atto della realtà”

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su “Prendere atto della realtà”

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.