Pubblicato: mar, 27 Mag , 2014

Palermo, alla Gam una targa per le vittime della strage dei Gergofili

Nel giorno del ventunesimo anniversario della strage di via Gergofili, il Comune di Palermo decide di collocare una targa alla Galleria d’Arte Moderna

Le macerie causate dall'attentato in via dei Gergofili

Le macerie causate dall’attentato in via dei Gergofili

Sarà collocata nell’antico cortile della Galleria d’Arte Moderna di Palermo la targa in ricordo delle vittime della strage di via Georgofili a Firenze, di cui oggi ricorre il ventunesimo anniversario. La strage avvenne nella notte fra il 26 e il 27 maggio, un autobomba imbottita con circa 250 chilogrammi di esplosivo uccise cinque persone e ne causò il ferimento di oltre quaranta. Il sindaco Leoluca Orlando, ha fatto sapere in un comunicato, che inviterà a Palermo il neo sindaco di Firenze, Dario Nardella, alla cerimonia di scopertura della targa. «Intendiamo così riconfermare – ha detto Orlando – la solidarietà della città di Palermo per gli innocenti che a Firenze rimasero vittime della furia omicida terroristico-mafiosa. È un modo per impedire che anche questa pagina nera della storia italiana finisca nell’oblio, e per chiedere a gran voce giustizia e verità sull’attentato di Firenze e su tutti gli altri delitti mafiosi che hanno insanguinato l’Italia e in particolare la Sicilia». A spiegare la scelta della Galleria d’Arte Moderna per la collocazione della targa ricordo è l’assessore comunale alla Cultura, Francesco Giambrone. «È anche un modo per sottolineare il rapporto di collaborazione che sta nascendo tra il Museo degli Uffizi e la città di Palermo – dichiara Giambrone – un rapporto che stiamo rilanciando, nel ricordo di quando il museo fiorentino, temendo le razzie napoleoniche, mandò a Palermo decine di casse piene di opere d’arte, che vennero custodite nella nostra città per tre anni, fino a quando, scampato il pericolo, poterono essere restituite». La targa sarà posta in memoria delle cinque persone che persero la vita:  i coniugi Fabrizio Nencioni (39 anni) e Angela Fiume (36 anni) con le loro figlie Nadia Nencioni (9 anni), Caterina Nencioni (50 giorni di vita) e lo studente Dario Capolicchio (22 anni).

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Progetto segni: tante voci per riflettere.

20 ottobre 2021, Commenti disabilitati su Progetto segni: tante voci per riflettere.

I costi della Chiesa Cattolica.

20 ottobre 2021, Commenti disabilitati su I costi della Chiesa Cattolica.

Fascisti e sindacati un “amore” che dura un secolo

15 ottobre 2021, Commenti disabilitati su Fascisti e sindacati un “amore” che dura un secolo

Calabria – Veneto filo diretto

5 ottobre 2021, Commenti disabilitati su Calabria – Veneto filo diretto

ENBY: PIU’ IN LA’ DEL BINOMIO MASCHILE-FEMMINILE

27 settembre 2021, Commenti disabilitati su ENBY: PIU’ IN LA’ DEL BINOMIO MASCHILE-FEMMINILE

Video

Service Unavailable.