Pubblicato: lun, 28 Gen , 2013

Pacco bomba al carcere Pagliarelli

Palermo: Un ordigno recapitato a un sovraintendente della polizia penitenziaria presso il carcere Pagliarelli. L’attentato è fallito a causa di un problema al detonatore.

 

di Alessandro Salvia

NEWS_94591Le batterie del detonatore si sarebbero scaricate a causa del lungo lasso di tempo intercorso tra la spedizione e l’apertura del pacco. Lo rende noto in un comunicato Mimmo Nicotra, segretario generale dell’Osapp, sindacato degli agenti di custodia. Il pacco sarebbe passato inosservato poiché indicava un sindacato di polizia penitenziaria come ragione sociale, il che ha indotto gli agenti a credere che contenesse dei gadgets dei quali annualmente il personale del carcere viene rifornito. “Questo episodio -afferma Nicotra- è di una gravità tale che, prima che in sicilia si torni indietro di decenni, lo Stato deve porre in essere immediati correttivi al sistema penitenziario prevedendo da subito l’incremento di personale di polizia penitenziaria ed un progressivo sfollamento delle strutture penitenziarie. Questa volta si può parlare fortunatamente di un pacco bomba inesploso ma fino a quando si potrà contare solo sulla buona sorte?” Sale dunque l’allerta delle forze dell’ ordine e la richiesta che le istituzioni prendano provvedimenti per salvaguardare la salute di personale e detenuti.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

30 aprile 2022, Commenti disabilitati su 40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

23 aprile 2022, Commenti disabilitati su Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

Generazioni che si ipotecano il futuro

4 aprile 2022, Commenti disabilitati su Generazioni che si ipotecano il futuro

Bavaglio a magistrati e al diritto di informazione

1 aprile 2022, Commenti disabilitati su Bavaglio a magistrati e al diritto di informazione

Ndrangheta: le doti e la gerarchia

29 marzo 2022, Commenti disabilitati su Ndrangheta: le doti e la gerarchia

Video

Service Unavailable.