Pubblicato: ven, 21 Feb , 2014

Ocse: “All’Italia servono altri sforzi”

Fatti passi avanti per le riforme, ma ne servono degli altri

Ocse 1L’Italia “ha fatto negli ultimi due anni notevoli riforme” per rendere più aperta la propria economia, come “l’aumento dei poteri dell’autorità Antitrust o la liberalizzazione degli orari dei negozi”, ma “servono ulteriori sforzi per garantirne l’effettiva applicazione”. Lo scrive l’Ocse in una scheda dedicata al nostro Paese, presentando il Rapporto ‘Going for Growth’ in cui esamina le sfide principali per la crescita che devono affrontare le principali economie.

Per quanto riguarda il nostro Paese, l’Organizzazione ricorda di avere a suo tempo suggerito numerose misure, fra cui “un riequilibrio nelle tutele dai posti di lavoro al reddito dei lavoratori, aumentando le reti di sicurezza sociale”. L’organizzazione ricorda come “gli aggiustamenti che hanno seguito la crisi sono stati particolarmente pesanti per i Paesi dell’Europa meridionale, Italia inclusa”.

“Diversi anni di consolidamento fiscale, di aggiustamenti nei bilanci del settore privato, di scarsa fiducia e di problemi alla fornitura di credito hanno lasciato l’Italia con un tasso di disoccupazione a doppia cifrae senza segni di una rapida inverisone di marcia” si legge nella scheda. Per questo, sottolinea l’organizzazione, “migliorare il mercato del lavoro e recuperare competitivita’ restano obiettivi fondamentali di politica economica”.

L’Italia, spiega l’Ocse, ha varato alcune misure, ma “resta valida la raccomandazione di liberalizzare le professioni ‘chiuse'”. Inoltre il rapporto suggerisce una riforma dell’apprendistato, così da rispondere alle carenze di manodopera qualificata.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Arresti domiciliari e Detenzione domiciliare

12 agosto 2022, Commenti disabilitati su Arresti domiciliari e Detenzione domiciliare

UE non approva la riforma Cartabia sul penale

10 agosto 2022, Commenti disabilitati su UE non approva la riforma Cartabia sul penale

17.57

9 agosto 2022, Commenti disabilitati su 17.57

La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

8 agosto 2022, Commenti disabilitati su La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

“io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

6 agosto 2022, Commenti disabilitati su “io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

Video

Service Unavailable.