Pubblicato: dom, 16 Feb , 2014

Kiev, i manifestanti lasciano il municipio

L’evacuazione dell’edificio, trasformato in «quartier generale della rivoluzione», era una delle condizioni per l’applicazione della legge sull’amnistia nei confronti dei 234 attivisti che sono stati rilasciati

municipio-di-Kiev

I manifestanti hanno lasciato il municipio di Kiev occupato da dicembre. L’evacuazione del municipio era una delle condizioni per l’applicazione della legge sull’amnistia nei confronti dei 234 manifestanti che sono stati rilasciati, ma che sono ancora perseguiti per reati che comportano pene fino a 15 anni di prigione.

Yuriy Syrotyuk , il numero due del partito nazionalista Svoboda (Libertà), ha sottolineato che la decisione di evacuare il municipio è stata approvata all’unanimità dal «Consiglio Maidan», composto dai rappresentanti dei partiti politici e attivisti.

L’ambasciatore svizzero, che detiene la presidenza di turno dell’Osce è stato il primo ad entrare nell’edificio evacuato: «Sono stato invitato da entrambe le parti in conflitto a partecipare al processo di trasferimento alle autorità cittadine», ha detto l’ambasciatore Christian Schoenenberger.

Il municipio, situato sul viale Kreshchatik e preso il primo dicembre, era stato trasformato in «quartier generale della rivoluzione». Il palazzo è diventato un luogo molto simbolico della controversia, come la centrale piazza Maidan. L’edificio – occupato da circa 700 manifestati- era astato attrezzato con una mensa ed un ospedale improvvisato.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

13 dicembre 2023, Commenti disabilitati su Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

26 novembre 2023, Commenti disabilitati su Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

25 novembre 2023, Commenti disabilitati su Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

Sicilia – Cuffaro alla conquista dell’Europa [o forse no?]

24 novembre 2023, Commenti disabilitati su Sicilia – Cuffaro alla conquista dell’Europa [o forse no?]

Video

Service Unavailable.