Pubblicato: ven, 20 Dic , 2013

Il ministero dell’Interno scopre il business dei profughi

Il video scandalo denuncia le condizioni nel Cspa di Lampedusa
 

lampedusa-accoglienzaSono passati solo un paio di mesi dalla tragedia che ha sconvolto l’opinione pubblica, provocato il compatimento dei più alti gradi istituzionali, toccato profondamente i politici di questo Paese e urtato la loro sensibilità. Si sono recati di persona in quella terra di frontiera, dichiarando apertamente il loro cordoglio, promettendo aiuto. Hanno visto le condizioni disumane in cui versano da anni ormai, centinaia e centinaia di persone, per cui svariati organi internazionali hanno più volte minacciato provvedimenti. Eppure adesso ritornano a indignarsi per delle immagini improvvisamente nuove –quelle trasmesse dal Tg2 giorni fa- e promettono le teste dei responsabili. Cadono dalle nuvole chiedendosi come mai di questo trattamento da “lager” per curare la scabbia che prima di arrivare al centro non avevano, di queste condizioni igienico-sanitarie inaccettabili, della mancanza di una copertura dove dormire la notte, di materassi e coperte. Domande più che lecite, ma per nulla giustificate considerati i milioni di euro incassati dalla società “Lampedusa accoglienza”, consorzio del gruppo Sisifo, contenitore di una serie di imprese della Lega Coop, che si dovrebbe occupare del sostengo e soccorso degli immigrati.

Un’inchiesta di Espresso svela che il presidente della società Zarcone e l’amministratore delegato Cono Galipò hanno vinto un appalto statale di tre anni fino al 2015 del valore di 8.212.500 euro iva esclusa. Una somma frutto dei 30 euro minimi al giorno destinati ad ogni profugo, che sono però il doppio o anche il triplo di quanto previsto nel bando considerato il numero dei posti ufficiali. La pacchia sembra però essere giunta al termine per i gestori del Cspa che, anche dopo aver licenziato i due operatori del video, si sono visti revocare l’appalto dal Ministero dell’Interno. Anche perché il commissario Ue degli affari interni ha minacciato di tagliare i fondi dall’Unione Europea per l’assistenza nella gestione degli immigrati irregolari in Italia:« La nostra assistenza e il nostro sostegno alle autorità italiane nella gestione dei flussi migratori può continuare solo se il Paese garantisce condizioni di accoglienza a immigrati, richiedenti asilo e rifugiati, che siano umane e dignitose».

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Diritti umani, evento a Londra: “No ai minori in gabbia in Israele come in Messico”.

6 luglio 2018, Commenti disabilitati su Diritti umani, evento a Londra: “No ai minori in gabbia in Israele come in Messico”.

Con lettera di licenziamento chiude la Bekaert

27 giugno 2018, Commenti disabilitati su Con lettera di licenziamento chiude la Bekaert

Medicina oggi. Incontro a Palermo con Giovanni Marotta.

27 giugno 2018, Commenti disabilitati su Medicina oggi. Incontro a Palermo con Giovanni Marotta.

1977-2018: il Raduno nuove tendenza musicali torna in spiaggia a Riccione.

20 giugno 2018, Commenti disabilitati su 1977-2018: il Raduno nuove tendenza musicali torna in spiaggia a Riccione.

Aumento dei reati economici

20 giugno 2018, Commenti disabilitati su Aumento dei reati economici

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.