Pubblicato: lun, 2 Giu , 2014

Forza Italia e M5S, i patemi di una sconfitta

Problemi diversi per il secondo e il terzo partito d’Italia. I pentastellati si dividono sull’alleanza con Farage mentre i berlusconiani dibattono sulla democrazia interna

 

berlusconi_grilloLe europee, se da una parte hanno dato slancio a Renzi e al PD, dall’altra hanno gettato nella confusione Forza Italia e, soprattutto riguardo alle future alleanze, il M5S.

In questi giorni Grillo, mentre ha continuato nella difesa di Farage e della possibile alleanza con l’Ukip, ha attaccato i Verdi, partito con il quale molti attivisti vorrebbero un’intesa. Il comico genovese ha ricordato le feroci critiche ricevute dalla dirigenza verde durante la campagna elettorale e Becchi, ideologo del M5S, in un post sul blog ha elencato i 4 motivi per cui i Verdi non possono essere alleati del MoVimento. Aldilà di qualche possibile intesa su un singolo provvedimento o tema, Becchi rinfaccia alle liste ecologiste di aver appoggiato il progetto europeista, di aver insultato gli esponenti del M5S, di aver appoggiato le guerre in Afghanistan, Libia e Iraq e, infine, rivendica l’indipendenza del movimento da alcuni giornali, come “Il Fatto Quotidiano”, che vorrebbero “dettare l’agenda politica” ai pentastellati.

In vero una possibile alleanza tra Cinque Stelle e Verdi era stata esclusa anche da Jan Philipp Albrecht, leader tedesco della lista verde. A questo punto, in attesa del voto online degli attivisti, appare chiaro che non c’è un’alleanza alternativa a quella con Farage e che la scelta sarà tra l’Ukip e l’andare da soli nel gruppo misto.

Non vanno meglio le cose in casa Forza Italia. La sconfitta elettorale, anche se preventivata, ha lasciato parecchi strascichi. A dividere gli azzurri è, come al solito negli ultimi tre anni, la democrazia interna. Forte del grandioso successo personale, oltre 200 mila preferenze e secondo candidato più votato tra tutti i partiti, Fitto rilancia il tema delle primarie per la scelta della dirigenza. «È il momento di ricorrere alle primarie per legittimare la dirigenza con il voto degli elettori e dei cittadini» ha dichiarato l’ex governatore della Puglia, spalleggiato in questo da altri esponenti, tra cui Mara Carfagna e Laura Ravetto che ha annunciato di voler presentare una bozza di regolamento per le primarie alla prossima direzione del partito. Sul fronte opposto gli esponenti più vicini a Berlusconi che vedono nelle primarie interne il chiavistello per essere messi fuorigioco insieme al leader e fondatore. Per Toti farle vuol dire «spaccare il partito. Una brutale conta dei numeri non garantisce la selezione di una migliore classe dirigente» .

Berlusconi, tra una smentita e l’altra, avrebbe aperto a primarie di coalizione solo per scegliere il candidato premier del centrodestra ma le avrebbe categoricamente escluse per Forza Italia, preferendo, non potendo continuare con l’attuale sistema di nomine, un processo congressuale. In questo momento è impossibile pronosticare se a vincere saranno i berlusconiani doc oppure chi vuole le primarie, capeggiati da Fitto che, è bene ricordarlo, ha già vinto la battaglia per essere candidato nonostante sia stato considerato “impresentabile” da qualcuno interno al partito.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Radio 100 Passi: Gli AmmazzaCaffè Roma/Milano

15 maggio 2018, Commenti disabilitati su Radio 100 Passi: Gli AmmazzaCaffè Roma/Milano

Chiesto il processo a carico di Tiziano Renzi

15 maggio 2018, Commenti disabilitati su Chiesto il processo a carico di Tiziano Renzi

“MUSICA VS MAFIA”

26 aprile 2018, Commenti disabilitati su “MUSICA VS MAFIA”

Una sentenza giustamente definita storica

21 aprile 2018, Commenti disabilitati su Una sentenza giustamente definita storica

Ignazio Cutrò, testimone di giustizia, protezione revocata.

10 aprile 2018, Commenti disabilitati su Ignazio Cutrò, testimone di giustizia, protezione revocata.

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.