Pubblicato: lun, 24 Mar , 2014

Egitto, 529 condanne a morte

Il nuovo governo egiziano ha emanato la condanna a morte per 529 Fratelli Musulmani a sostegno dell’ex premier Morsi

egitto02La sentenza del maxi-processo che ha coinvolto in questi giorni più di mille sostenitori di Morsi si è conclusa parzialmente con la condanna a morte di 529 Fratelli Musulmani. La condanna, che potrebbe ricadere su altri detenuti, chiamati in causa domani in occasione di un’altra sessione del processo, rappresenta un caso più unico che raro, che ha suscitato lo scompiglio del popolo musulmano e, soprattutto, delle organizzazioni a sostegno dei diritti umani operanti nel territorio egiziano.

Tra i condannati figurano l’ex presidente del Parlamento Saad al-Katatni e il leader spirituale dei Fratelli Musulmani Mohammed Badie, ma dei 529 condannati la maggior parte sono ancora ricercati. I capi d’accusa riguardano le violenze perpetrate dal gruppo pro-Morsi durante la guerriglia dell’estate scorsa, in particolare relativamente agli attacchi a proprietà pubbliche e private ed assassinii di membri delle forze dell’ordine.

La drastica decisione del nuovo governo lascia dubbi in merito alla condotta che verrà perpetrata nei confronti di tutti i sostenitori di Morsi, non soltanto dei Fratelli Musulmani, facendo temere una escalation di violenza legalizzata in nome della primavera egiziana. Tuttavia i condannati del processo avranno la possibilità di appellarsi alla Corte Suprema di Egitto per ottenere un ulteriore processo o una commutazione della pena, si attendono dunque nuovi risvolti.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

19 aprile 2024, Commenti disabilitati su LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

28 marzo 2024, Commenti disabilitati su CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

13 dicembre 2023, Commenti disabilitati su Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

26 novembre 2023, Commenti disabilitati su Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

Video

Service Unavailable.