Pubblicato: dom, 8 Giu , 2014

Continua il bagno di sangue in Iraq

Sono 60 i morti a Baghdad a causa di 6 autobombe esplose sabato, altrettanti le vittime a Mosul negli scontri tra ribelli e forze governative.

autobomba iraqNonostante l’attenzione dei media occidentali non sia più puntata su di esso, l’Iraq continua ad essere lo scenario per un continuo stillicidio di stragi e attentati.

Sono sei le autobombe, le ultime di una lunga serie, che sono esplose ieri a Baghdad, a queste si aggiunga l’assalto da parte dei jihadisti del campus universitario di Ramadi, a cento chilometri dalla capitale, e i 60 morti a Mosul negli scontri tra insorti e forze di sicurezza. Il bilancio di sangue totale si aggirerebbero intorno ai 100-150 morti in soli due giorni.

I ribelli, sunniti e jihadisti in larga parte, stanno riprendendo vigore e sono all’ordine del giorno i loro attentati, in particolare quelli che vedono la comunità sciita come obiettivo Secondo alcune fonti, gli insorti sarebbero riusciti a prendere stabilmente il controllo di larghe parti delle cittadine di Ramadi e Falluja, dove gli americani furono impegnati in una delle più dure battaglie dai tempi della seconda guerra mondiale.

I militanti dello “Stato Islamico dell’Iraq nel Levante” nei giorni scorsi hanno assaltato l’università di Ramadi, riuscendo ad occupare numerosi edifici dell’ateneo e prendere in ostaggio i docenti e studenti che al momento si trovavano all’università. Sono stati necessari quasi due giorni di combattimento affinché le forze speciali irachene potessero essere in grado di liberare la zona. I ribelli, che avrebbero perso una trentina di militanti, si sono ritirati ma l’allarme resta alto e il rischio del ripetersi delle carneficine che tra il 2006 e il 2007, quando tra l’altro erano presenti ancora le forze americane, hanno dilaniato il Paese del Tigri e dell’Eufrate è altissimo.

Di

- Appassionato di storia, politica, sport e comunicazione. Fondatore di 221 Ideas

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

16 novembre 2017, Commenti disabilitati su Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

impertinenteMente

14 novembre 2017, Commenti disabilitati su impertinenteMente

Un prete che ha fatto il voto di povertà

13 novembre 2017, Commenti disabilitati su Un prete che ha fatto il voto di povertà

Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

“Prendere atto della realtà”

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su “Prendere atto della realtà”

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.