Pubblicato: gio, 29 Mag , 2014

Al via la campagna Save l’Aquila Rugby

La storica società sportiva, simbolo del rugby italiano rischia il fallimento 

 

Martin Castrogiovanni

Martin Castrogiovanni

Si chiama Save l’Aquila Rugby, ed è la campagna di sensibilizzazione promossa da Maurizio Zaffiri, dirigente della storica squadra neroverde.  Nata quasi per gioco tra gli stessi giocatori,  l’iniziativa ha raccolto le adesioni di moltissime persone e l’hashtag #savelaquilarugby ha letteralmente invaso i social network più  importanti.

A spiegare le ragioni di questa campagna che è già diventata un fenomeno virale – la pagina Facebook ha raggiunto in poco tempo  i 5501 contatti – sono gli stessi organizzatori: «speriamo che il sostegno alla campagna #savelaquilarugby riporti attenzione intorno ai colori neroverdi risvegliando un po’ di quell’amore che la città ha sempre avuto nei confronti della palla ovale e che ultimamente sempre essere sopito». L’obbiettivo è quello di trovare nuovi soci e sponsor che possano sostenere seriamente L’Aquila Rugby 1936.  

La società sportiva aquilana vive un periodo difficile già da diverso tempo ma la situazione si è aggravata nell’ultimo anno a causa della poca serietà dimostrata da soci e sponsor, i quali non hanno rispettato gli impegni presi. I giocatori  e tutto l’entourage della squadra, infatti, non percepiscono lo stipendio dallo scorso dicembre ormai. Nonostante ciò, la la squadra ha sempre dimostrato carattere e professionalità, continuando a giocare con impegno e dando il massimo ogni partita. La squadra ha infatti conquistato il primato del campionato di serie A 2013/2014 girone 1, vincendo tutte le partite tranne una.

A sostenere i neroverdi nomi di spicco del modo del rugby. Tra i selfie famosi troviamo quello del capitano della nazionale italiana Sergio Parisse, del pilone Martin Castrogiovanni, del tre quarti centro Andrea Masi  e del’ex Andrea Lo Cicero.

Ma c’è di più. L’Associazione Italiana Rugbysti (A.I.R.) ha deciso mettere disposizione un conto corrente per chiunque voglia contribuire attivamente al salvataggio della squadra. Il denaro raccolto sarà utilizzato per saldare i debiti della società nei confronti dei suoi dipendenti. Sabato a Parma la squadra affronterà i Lyons Club di Piacenza. «Ringrazio i giocatori per la determinazione che hanno avuto e grazie alla quale hanno raggiunto l’obiettivo della finale, nonostante i problemi oggettivi incontrati, – ha dichiarato Zaffrini – credo che lo staff tecnico abbia fatto un ottimo lavoro riuscendo ad indirizzare il cammino di questo gruppo che nel corso della stagione non solo è cresciuto, ma è diventato una squadra in cui giocatori aquilani, italiani e stranieri vivono ormai in simbiosi. Questo aspetto, a mio parere molto importante, mi fa dire che al di là del risultato della finale di sabato abbiamo già messo a segno una vittoria determinante, riuscendo a dimostrare che il rugby a L’Aquila non è morto e non dove morire. Mi auguro di vedere, quindi, tanti Aquilani a Parma a sostenere questi ragazzi».

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Come fare una costruzione abusiva con i soldi dello stato, anzi con i nostri.

15 novembre 2018, Commenti disabilitati su Come fare una costruzione abusiva con i soldi dello stato, anzi con i nostri.

Hannover: presentazione del CD Mediterraneo, omaggio a Peppino e Felicia.

5 novembre 2018, Commenti disabilitati su Hannover: presentazione del CD Mediterraneo, omaggio a Peppino e Felicia.

Libertà di stampa, al Tribunale di Viterbo l’informazione è trasparente.

31 ottobre 2018, Commenti disabilitati su Libertà di stampa, al Tribunale di Viterbo l’informazione è trasparente.

Pioltello: Legalmente 2018.

22 ottobre 2018, Commenti disabilitati su Pioltello: Legalmente 2018.

La scuola debullizata

12 ottobre 2018, Commenti disabilitati su La scuola debullizata

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.