Pubblicato: mar, 8 Apr , 2014

Afghanistan alle urne per decidere il presidente

Il 5 aprile in Afghanistan si sono svolte le elezioni presidenziali, primo segno di democrazia nel Paese

AFGHANISTAN-VOTEOltre sette milioni dei dodici milioni di elettori hanno votato, nonostante le minacce di attentati contro i seggi, fatte dai talebani. Il fatto più rilevante, però, è che finalmente le donne afghane hanno potuto palesarsi con un volto anche sulla scena politica. Sono ben 300 le donne che si sono candidate ai seggi dei consigli provinciali e ciò fa ben sperare che qualche passo verso un’adeguata rappresentatività si stia compiendo. Tuttavia nelle zone rurali del Paese le donne sono ancora considerate come proprietà degli uomini di casa e, di certo, la riconciliazione con i talebani porterebbe le donne nuovamente ad essere relegate ad una sfera privata di vita e non potersi avvicinare a quella pubblica.
Lo spoglio delle schede durerà molti giorni in quanto le urne dei seggi dislocati in zone non facilmente raggiungibili verranno trasportate a dorso d’asino. I candidati avranno tempo fino al 27 aprile per fare ricorso su eventuali irregolarità.
Il 14 maggio dovrebbero essere pubblicati i risultati definitivi, sperando che anche in quella parte di modo che sembra così lontana da noi, si possa quantomeno palesare la possibilità, piccola, di avere una rappresentatività di genere.

Laura Elici

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Arresti domiciliari e Detenzione domiciliare

12 agosto 2022, Commenti disabilitati su Arresti domiciliari e Detenzione domiciliare

UE non approva la riforma Cartabia sul penale

10 agosto 2022, Commenti disabilitati su UE non approva la riforma Cartabia sul penale

17.57

9 agosto 2022, Commenti disabilitati su 17.57

La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

8 agosto 2022, Commenti disabilitati su La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

“io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

6 agosto 2022, Commenti disabilitati su “io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

Video

Service Unavailable.