Pubblicato: ven, 15 Nov , 2013

Borgomeo:«Basta soldi, il sud ha bisogno di coesione sociale»

La presentazione del libro di Carlo Borgomeo è l’occasione di parlare e discutere dei problemi del sud. Quali modelli di sviluppo e quali soluzioni?

 

Presentato oggi a Palermo, a Palazzo Branciforte, l’ultimo volume di Carlo Borgomeo: “L’equivoco del sud – sviluppo e coesione sociale” (editori Laterza). All’incontro hanno preso parte, insieme all’autore, l’economista Giuliano Segre, il presidente della Fondazione Sicilia Giovanni Puglisi e l’ex ministro allo Sviluppo Economico Corrado Passera.

L’attenzione dei relatori si è concentrata sulla mancanza di politica e di coesione sociale. Secondo Segre, l’unico modo per implementare la coesione sociale è attraverso la “capacitazione”, ovvero la capacità di comprendere la realtà circostante. Una volta compresa, una volta capacitatesi, allora le comunità possono creare quella vera coesione sociale che è il prerequisito, e non il portato, dello sviluppo. A questo proposito ha citato le organizzazioni no-profit le quali hanno come scopo precipuo proprio il favorire la coesione sociale; snocciolando i dati del primo censimento ISTAT sulle no-profit, ha ricordato come questo settore, in continua espansione, coinvolga in Italia ben 6 milioni di persone, delle quali 300.000 nella sola Sicilia. É da questo esercito che deve partire l’azione per risolvere quella che alcuni chiamano “questione meridionale” ma, come ricordato da Giovanni Puglisi, è meglio chiamare “questione italiana”.

L’intervento di Corrado Passera si è invece concentrato sulla necessità di trovare le soluzioni all’interno del meridione, con le sue caratteristiche e qualità, senza cercare di importare modelli da fuori o, peggio, aspettare il continuo trasferimento di risorse da altri. Per fare questo, secondo Passera, è necessario rispettare alcune regole auree: avere una buona P.A. locale capace di dialogare con gli investitori, rispettare le regole della globalizzazione puntando sulla qualità ed avere professionalità. Riguardo a questo ultimo punto, l’ex ministro ha citato l’esempio del turismo in cui, a causa del dilettantismo, la mancata programmazione e l’incapacità di effettuare scelte sta portando l’Italia a perdere di continuo posizioni in un campo in cui, per storia e ambiente, dovrebbe essere la naturale leader.

L’autore, che ha condiviso, e con il suo libro ispirato, gli altri interventi, ha voluto sinteticamente individuare nella mancanza di Politica la causa principale dei mali del sud. Politica intesa come capacità di creare sviluppo umano, capitale sociale, coesione sociale e soprattutto nel senso di Politica capace di avere una visione e porre obiettivi. In questo, nel cambiamento degli obiettivi, sta, secondo Borgomeo, quel cambio di marcia necessario, discontinuità che non a caso è parola chiave della trattazione: «ci vuole discontinuità cambiando obiettivo, non pareggiare il reddito del nord ma pareggiarne il livello di civiltà. Non servono soldi, serve la Politica e la coesione sociale è la premessa per lo sviluppo, se non c’è questa nulla può venire».

L’opera di Borgomeo è sicuramente di valore e da un grande contribuito al dibattito ma, inutile ricordarlo, senza la partecipazione della parte migliore della società, politica e non, le idee espresse dall’autore rimarranno tali senza la possibilità di essere tradotte in opera concreta. Così come avvien da 60, se non 150, anni.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

UE non approva la riforma Cartabia sul penale

10 agosto 2022, Commenti disabilitati su UE non approva la riforma Cartabia sul penale

17.57

9 agosto 2022, Commenti disabilitati su 17.57

La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

8 agosto 2022, Commenti disabilitati su La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

“io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

6 agosto 2022, Commenti disabilitati su “io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

Empoli per la pace.

27 luglio 2022, Commenti disabilitati su Empoli per la pace.

Video

Service Unavailable.