Pubblicato: mar, 30 Gen , 2018

Un’offesa che non si può tollerare

Graffito apparso sui muri del centro storico di Firenze, questa la presa di posizione di Libera Toscana

Il graffito sul boss mafioso Totò Riina con la scritta “santo subito” apparso sui muri del centro storico di Firenze nella zona del Duomo è un oltraggio non solo alla città, ma a tutti i cittadini Toscani – spiega il Coordinamento della Toscana di Libera – un’offesa che non possiamo tollerare.

La vita e il pensiero di Riina sono stati l’opposto stesso dell’idea di libertà, giustizia, uguaglianza scritta sulle pagine della nostra Costituzione.

Per noi gli ideali da seguire e da difendere sono quelli degli uomini che hanno combattuto anche a scapito della loro vita e ogni giorno combattono la mentalità mafiosa che è rappresentata da uomini come Totò Riina.

E neanche possiamo in tono semplicistico, ridurre quanto accaduto a Firenze a una “ragazzata” o far finta di niente, perché è proprio dal disinteresse che poi nascono ferite che lacerano il nostro stare insieme come comunità e impediscono di perseguire il bene comune.

Dunque ci sentiamo amareggiati per quanto accaduto, ma non certo sconfitti.

Questo fine settimana insieme a centinaia e centinaia di persone di varie associazioni ed estrazione sociale, ci incontreremo a Roma a “Contro mafie” per capire insieme come combattere anche attraverso la società civile, il fenomeno mafioso.

Siamo consapevoli che la strada da percorrere per sconfiggere la mentalità mafiosa è ancora lunga, ma continueremo ogni giorno nelle scuole, nei luoghi di lavoro, nelle nostre comunità la nostra azione vicino alle forze dell’ordine, accanto ai magistrati, vicino a chi ha responsabilità di governo della nostra comunità, accanto alle famiglie delle vittime innocenti di mafia e insieme ai tanti, tantissimi cittadini che vogliono lottare contro le ingiustizie sociali, in difesa della nostra democrazia e a favore della giustizia.

Ufficio Stampa

 

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’emancipazione femminile in Valdarno

22 febbraio 2018, Commenti disabilitati su L’emancipazione femminile in Valdarno

Conferenza sulla Costituzione all’Istituto “Giorgio Vasari” di Figline Valdarno

13 febbraio 2018, Commenti disabilitati su Conferenza sulla Costituzione all’Istituto “Giorgio Vasari” di Figline Valdarno

L’economia valdarnese

8 febbraio 2018, Commenti disabilitati su L’economia valdarnese

A lezione di legalità con Ferdinando Guarino, già questore di Enna.

5 febbraio 2018, Commenti disabilitati su A lezione di legalità con Ferdinando Guarino, già questore di Enna.

Internet più sicura per i ragazzi? Al via la giornata internazionale

4 febbraio 2018, Commenti disabilitati su Internet più sicura per i ragazzi? Al via la giornata internazionale

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.