Pubblicato: gio, 30 Gen , 2014

Tutta colpa di Freud, la nuova commedia neorealista di Paolo Genovese

Il regista di “Immaturi” chiama in causa il padre della psicoanalisi per raccontare la storia di un padre alle prese con le tre figlie
freud2

Una scena del film

Il film, uscito nelle sale cinematografiche, il 23 gennaio scorso, è il nuovo lavoro di Paolo Genovese, già regista dei successi al botteghino “Una famiglia perfetta” e “Immaturi”.La storia è quella di Francesco (Marco Giallini), psicologo romano cinquantenne, alle prese con le vite e gli amori particolari delle sue tre figlie: Sara (Anna Foglietta), di ritorno da New York, perché scaricata dalla compagna, Marta (Vittoria Puccini), che si innamora del ladruncolo della sua piccola libreria ed Emma (Laura Adriani), maturanda, amante di Alessandro (Gassman), architetto coetaneo del padre, sposato con la bellissima Claudia (Gerini). Francesco tenta di fare il padre, ma con i suoi consigli da psicologo, cade nell’errore, comune ai genitori odierni, di essere amico delle sue figlie, tralasciando persino il suo amore per l’attraente Claudia. In realtà non è tutta colpa di Freud. No il papà della psicanalisi non ha nessun torto, è il solito capro espiatorio. La colpa sta nell’amore. Anzi negli amori impossibili delle tre ragazze. Quelli di Sara, che invano, gioca la carta dell’eterosessualità, con un sempre verde Daniele Liotti, rendendo a tratti il film diseducativo, ma salvandosi in extremis, rimanendo per quello che è, perché “l’identità sessuale è una cosa seria” come lei stessa dice. O l’amore complicato della Puccini per un sordo muto, maschera del teatro dell’Opera, raccontato attraverso scene insieme melodrammatiche e scontate. E per finire l’incosciente e irreale rapporto di Gassman con la diciottenne Emma, che lo porta a “curarsi” da Francesco per riscoprire il vero amore nei confronti della moglie. Di meraviglioso impatto visivo, la seducente Claudia Gerini, che pur avendo un ruolo secondario, non smette di affascinare il pubblico. “Tutta colpa di Freud” è una commedia dal carattere un po’ troppo televisivo, con molte battute forzate e con poche per cui vale davvero la pena di ridere.

 

Alessandro Marsala (per reporter diffuso)

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

l’eredità delle stragi

24 maggio 2022, Commenti disabilitati su l’eredità delle stragi

40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

30 aprile 2022, Commenti disabilitati su 40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

23 aprile 2022, Commenti disabilitati su Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

Generazioni che si ipotecano il futuro

4 aprile 2022, Commenti disabilitati su Generazioni che si ipotecano il futuro

Bavaglio a magistrati e al diritto di informazione

1 aprile 2022, Commenti disabilitati su Bavaglio a magistrati e al diritto di informazione

Video

Service Unavailable.