Pubblicato: ven, 7 Mar , 2014

“Fabbrica Mivar gratis a chi assume 1200 italiani”

Carlo Vichi, proprietario e fondatore della Mivar, offre gratis il suo stabilimento a chi voglia investire in Italia
Carlo Vichi

Carlo Vichi

A dirlo è Carlo Vichi, 90 anni, padrone della Mivar, la storica azienda italiana di televisori che sta chiudendo i battenti stritolata dalla concorrenza dei giganti asiatici.

L’azienda di Abbiategrasso è stata una delle eccellenze italiane, ha per anni resistito e spesso battuto la concorrenza straniera nell’elettronica da consumo. Prima tedeschi poi coreani e giapponesi non sono riusciti a tenere testa alla fabbrica di Carlo Vichi; questo fino agli anni 2000 in cui delocalizzazione e hi-tech hanno fatto prevalere le grandi multinazionali.

Caratteristica della Mivar era il non farsi pubblicità. Grazie al risparmio dalle mancate spese per le campagne pubblicitarie la ditta riusciva a praticare dei prezzi altamente concorrenziali con una qualità pari ai competitors, il successo fu tale che Mivar, nel 1999, riuscì a detenere il 35% del mercato nazionale delle TV, di fatto, in Italia, il televisore a tubo catodico per antonomasia era un Mivar.

Nel 2000 Carlo Vichi inaugurò un nuovo e grande impianto situato sempre ad Abbiategrasso. 120mila mq di cui la metà composti da un parco a disposizione degli impiegati e pronto ad ospitare 700 addetti con linee di montaggio all’avanguardia. A causa della crisi che colpì l’azienda, la fabbrica non entrò mai in funzione ma, nonostante questo, Vichi, spendendo quasi 100 milioni in 13 anni, l’ha mantenuta pronta all’utilizzo. Ora che la Mivar ha chiuso il patron fa una proposta incredibile: «Se una società di provata serietà accetta di fare televisori in Italia, io gli offro la mia nuova fabbrica, pronta e mai usata, gratis. Non voglio un centesimo. Ma chiedo che assuma 1200 italiani, abbiatensi, milanesi. Questo chiedo. Veder sorridere di nuovo la mia gente».

Non si sa ancora se qualche multinazionale, o una nuova azienda, coglierà l’occasione offerta da Carlo Vichi. Uno degli ultimi imprenditori italiani della pasta Olivetti, di quelli che mettevano la fabbrica e il prodotto al servizio dell’uomo e non viceversa.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Covid: l’allarme degli specialisti sulla natura multisistemica della malattia nel lungo periodo.

26 novembre 2021, Commenti disabilitati su Covid: l’allarme degli specialisti sulla natura multisistemica della malattia nel lungo periodo.

Povertà e pensieri lunghi.

25 novembre 2021, Commenti disabilitati su Povertà e pensieri lunghi.

25 novembre contro la violenza di genere

24 novembre 2021, Commenti disabilitati su 25 novembre contro la violenza di genere

Rifiuti, rifiuti nucleari.

23 novembre 2021, Commenti disabilitati su Rifiuti, rifiuti nucleari.

La prima condanna del tribunale di Monaco a una foreign fighter dell’ISIS.

14 novembre 2021, Commenti disabilitati su La prima condanna del tribunale di Monaco a una foreign fighter dell’ISIS.

Video

Service Unavailable.