Pubblicato: mer, 12 Feb , 2014

Mafia, Provenzano resta al 41 bis

Il ministro Cancellieri ha respinto l’istanza presentata dal legale del boss di Cosa nostra

FILES ITALY MAFIA PROVENZANOBernardo Provenzano non tornerà alla detenzione ordinaria. Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri ha infatti respinto la richiesta di revoca del carcere duro al boss di Cosa nostra, attualmente rinchiuso a Parma, presentata nei mesi scorsi dai suoi familiari attraverso l’avvocato Rosalba Di Gregorio.

Il provvedimento di rigetto dell’istanza, motivata dall’avvocato Di Gregorio con i gravissimi problemi di salute di Provenzano, dichiarato incapace di partecipare al processo sulla trattativa Stato-mafia proprio per le sue condizioni neurologiche, è stata notificata ai figli e alla moglie dell’ottantunenne boss corleonese.

La domanda ora rigettata dal ministro aveva ricevuto il parere favorevole delle Procure di Palermo, Caltanissetta e Firenze. Il legale di Provenzano aveva fatto ricorso persino alla Corte di Strasburgo. Nonostante diverse perizie mediche ne attestino l’incapacità di intendere e di volere e quindi l’impossibilità di partecipare ai processi, la Dna e il Dap avevano ridimensionato la gravità dello stato di salute di Provenzano e hanno ribadito la necessità del regime differenziato per evitare contatti indebiti con l’esterno.

Si tratta della seconda richiesta di revoca del 41 bis (la prima non aveva ottenuto alcuna risposta da via Arenula) fatta dalla famiglia del capomafia al ministro della Giustizia, il cui No è stato preceduto da analoga decisione del tribunale di sorveglianza di Roma, che però si è limitato ad una valutazione formale, senza entrare nel merito del ricorso presentato dagli avvocati.

 

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Premio Borsellino, sezione Giustizia e Legalità, conferito al sindaco di Palermo Lagalla

5 dicembre 2022, Commenti disabilitati su Premio Borsellino, sezione Giustizia e Legalità, conferito al sindaco di Palermo Lagalla

Sciolti per mafia i comuni di Anzio e Cosoleto, commissariato Nettuno

23 novembre 2022, Commenti disabilitati su Sciolti per mafia i comuni di Anzio e Cosoleto, commissariato Nettuno

Succede qualcosa a sinistra?

21 novembre 2022, Commenti disabilitati su Succede qualcosa a sinistra?

Muri, barriere e filo spinato, tra speranza e disumanità organizzata

18 novembre 2022, Commenti disabilitati su Muri, barriere e filo spinato, tra speranza e disumanità organizzata

un latitante in cambio delle riforme del codice penale

14 novembre 2022, Commenti disabilitati su un latitante in cambio delle riforme del codice penale

Video

Service Unavailable.