Pubblicato: lun, 24 Feb , 2014

Università: la Carrozza firma in zona cesarini

Al sicuro  il decreto per il concorso nazionale degli specializzandi in medicina

 

Maria Chia Carozza, ministro dell’Istruzione, dell’Università  e della Ricerca

Maria Chia Carozza, ex ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

L’ascesa del neo presidente del consiglio Renzi  ha sancito la fine del mandato del ministro Maria Chiara Carrozza. Dalla bagarre sugli scatti di carriera degli insegnati, al caos del bonus maturità che ha aperto la stagione dei ricorsi dell’Udu, l’ex rettore di Pisa non passerà alla storia come il miglior ministro transitato per gli uffici di Viale Trastevere.

In extremis ha ricevuto venerdì dal Consiglio di Stato, e quindi ha firmato, l’istituzione del concorso unico e nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione di Medicina. All’apparenza quello che può sembrare un provvedimento di poca importanza è in realtà forse il più importante emanato dalla Miur durante il decaduto governo Letta.

Si va a colpire quella che per anni è stata una delle tante zone d’ombra nelle università italiane dove il merito e l’impegno degli studenti hanno sempre lasciato il posto il più delle volte a raccomandazioni e omertà.
Con l’istituzione del concorso unico nazionale sono state spazzati via tutti i concorsi locali viziati quasi sempre da irregolarità talvolta eclatanti come casi di parentopoli e di studenti che discutevano già prima della prova il contenuto del caso da trattare.

Una vittoria per i “pro- concorso unico” con i quali la Carrozza aveva stretto un sodalizio su Twitter, e forse una speranza di cambiamento e presa di coscienza per il mondo accademico.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

13 dicembre 2023, Commenti disabilitati su Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

26 novembre 2023, Commenti disabilitati su Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

25 novembre 2023, Commenti disabilitati su Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

Sicilia – Cuffaro alla conquista dell’Europa [o forse no?]

24 novembre 2023, Commenti disabilitati su Sicilia – Cuffaro alla conquista dell’Europa [o forse no?]

Video

Service Unavailable.