Pubblicato: mar, 3 Dic , 2013

Il trapianto di cuore compie 46 anni

Il 3 dicembre 1967 Christiaan Barnard portò a termine il primo trapianto cardiaco della storia

 

 

th-2

Christiaan Barnard ed il paziente Louis Washkansky

Protagonisti assoluti del 3 dicembre di 46 anni fa sono Louis Washkansky e Christiaan Barnard, rispettivamente paziente e cardiochirurgo del primo trapianto di cuore, intervento che allora non era stato mai effettuato prima.

Il dottor Barnard, dedicatosi alla cardiochirurgia a seguito della triste vicenda della morte del suo fratellino a causa di un problema cardiaco, effettuò i suoi studi nell’inedito campo dei trapianti cardiaci tra Città del Capo e gli Stati Uniti, che contribuirono ad espandere ulteriormente le frontiere tecniche del giovane medico. Proprio nella natia Città del Capo l’ormai 45enne Barnard si trovò davanti alla possibilità di mettere a frutto suoi studi innovativi, affrontando il primo rischioso trapianto cardiaco.

L’occasione si presentò quando, nella notte tra il 2 e il 3 dicembre 1967, la giovane Denise Darvall morì a seguito di un incidente stradale, diventando inconsapevolmente il primo donatore di cuore della storia; destinatario del vitale organo fu Louis Washkansky, 55enne diabetico e cardiopatico. Così il 3 dicembre un team composto da 30 medici, capitanati da Christiaan Barnard, riuscì in 9 ore ad impiantare il cuore della giovane nel petto dell’uomo, con grande successo. Tuttavia a causa degli effetti collaterali del rigetto, ancora ignoti ed imprevedibili, Louis morì dopo 18 giorni dall’intervento; stessa sorte toccò al secondo paziente che si sottopose all’innovativa procedura, Philip Blaiberg, che sopravvisse solo 19 mesi dal trapianto.

Nonostante queste imprevedibili conseguenze, Barnard venne considerato, così come tutt’oggi, come uno dei capostipiti della cardiochirurgia, nonché medico dal considerevole coraggio, pronto a spingersi oltre il conosciuto.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

28 maggio 2024, Commenti disabilitati su L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

UNA STRADA PER IL SUD

26 maggio 2024, Commenti disabilitati su UNA STRADA PER IL SUD

LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

19 aprile 2024, Commenti disabilitati su LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

28 marzo 2024, Commenti disabilitati su CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Video

Service Unavailable.