Pubblicato: gio, 28 Nov , 2013

Il pentito Giuffrè: «I documenti del covo di Riina finiti in mano a Messina Denaro»

Erano custoditi nel covo del boss poi ripulito. A rivelarglielo sarebbe stato Provenzano

 

h_9_ill_916090_riinaprovenzano«Paolo Borsellino era una delle poche persone in grado di “leggere” il capitolo sull’uccisione del dottore Falcone. Sia Falcone che Borsellino erano candidati a essere uccisi, si sapeva che erano dei nemici giurati di Cosa nostra». Lo ha detto il pentito di mafia Antonino Giuffrè, continuando la sua deposizione al processo per la trattativa tra Stato e mafia.

Processo che è ripreso questa mattina, nell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo, davanti alla Corte d’Assise presieduta da Alfredo Montalto. Dopo le due udienze dedicate all’interrogatorio del collaboratore ed ex braccio destro del boss Provenzano, oggi è toccato al controesame. In aula, a rappresentare l’accusa, c’erano il Procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi e i pm Antonino Di Matteo e Roberto Tartaglia.

Tuttavia, nuove sconcertanti dichiarazioni arrivano quando Giuffrè risponde alle domande dell’avvocato Basilio Milio, legale degli ufficiali dell’Arma, Mario Mori e Antonio Subranni.

«Credo che parte dei documenti presi a casa di Totò Riina siano finiti a Matteo Messina Denaro. Lo intuisco dalla vicinanza esistente tra Riina e Messina Denaro e dallo spessore mafioso di quest’ultimo».

«Provenzano mi disse che a casa di Riina, la villa di via Bernini, c’erano dei documenti, tra cui lettere che i due si erano scritti», ha aggiunto.

L’ultimo covo di Riina non venne mai perquisito dai carabinieri del Ros di Mori e fu poi ripulito da una squadra di mafiosi. Secondo l’accusa, la mancata perquisizione avrebbe fatto parte dell’accordo che i militari del Ros avrebbero stretto con Provenzano. Stando alla ricostruzione della Procura di Palermo, tale accordo prevedeva la “consegna” di Riina ai carabinieri in nome della trattativa avviata con pezzi deviati dello Stato.

 

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

28 maggio 2024, Commenti disabilitati su L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

UNA STRADA PER IL SUD

26 maggio 2024, Commenti disabilitati su UNA STRADA PER IL SUD

LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

19 aprile 2024, Commenti disabilitati su LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

28 marzo 2024, Commenti disabilitati su CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Video

Service Unavailable.