Pubblicato: ven, 28 Mar , 2014

Il logo della Regione Sicilia usato da “Il Padrino sas”: esposto di Crocetta

Presentato l’esposto alla Procura per «utilizzo improprio, che danneggia l’immagine del popolo siciliano»

182430-immagine-ilpadrinoIl presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta ha annunciato di aver presentato un esposto per verificare le motivazioni per le quali la manifestazione denominata “Sicilia in festa”, organizzata dalle società “Il Padrino sas” e “The God Father sas”, che si svolge nel Nord Italia, abbia ripetutamente utilizzato il logo della Regione siciliana. Il logo, infatti, può essere autorizzato solamente dalla Presidenza, così come previsto dal regolamento.

«Non avendo l’attuale Presidenza autorizzato l’uso del logo della Regione siciliana per nessun evento privato – spiega il governatore – immediata è stata la diffida a rimuovere il logo dal sito della società, nonché ad utilizzarlo per manifesti pubblicitari». È stato fatto anche un esposto alla Polizia postale e alla Procura della Repubblica, non solo per «l’uso improprio del logo stesso, ma per il danno di immagine che viene arrecato alla Regione dall’utilizzo del logo in un contesto assolutamente inaccettabile dalle istituzioni e dal popolo siciliano».

Non è la prima volta che Crocetta si batte affinché la Sicilia non venga accostata alla mafia per puri fini commerciali. Soltanto un mese fa aveva scritto al presidente del Parlamento europeo Martin Schulz dopo esser venuto a conoscenza dell’esistenza in Spagna di una catena di ristoranti chiamata “Mafia”. Una questione sulla quale era intervenuta in passato anche l’eurodeputata Sonia Alfano, presidente della Commissione europea antimafia, esprimendo preoccupazione con la quale, nella penisola iberica come in altri Paesi europei, «si evoca con leggerezza il fenomeno mafioso, perché non se ne conoscono realmente la gravità e l’incidenza sulla vita di tutti i cittadini». Ed è di un paio di settimane fa l’allarme lanciato dalla Coldiretti, che per la prima volta ha censito i prodotti agroalimentari venduti in tutto il mondo che richiamano, nel nome, episodi e personaggi legati alla criminalità organizzata, sfruttati per fare business. «Siamo di fronte ad uno schiaffo all’immagine dell’Italia sui mercati globali, che – aveva sottolineato la Coldiretti – parte dall’antipasto a base di anacardi in vasetto di vetro commercializzati nel Regno Unito».

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Arresti domiciliari e Detenzione domiciliare

12 agosto 2022, Commenti disabilitati su Arresti domiciliari e Detenzione domiciliare

UE non approva la riforma Cartabia sul penale

10 agosto 2022, Commenti disabilitati su UE non approva la riforma Cartabia sul penale

17.57

9 agosto 2022, Commenti disabilitati su 17.57

La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

8 agosto 2022, Commenti disabilitati su La trattativa stato-mafia ci fu, ma per “fini solidaristici”

“io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

6 agosto 2022, Commenti disabilitati su “io so chi siete”: così Cosa Nostra sparò a Nino e Ida

Video

Service Unavailable.