Pubblicato: dom, 17 Nov , 2013

“Attraversando il bardo”, nuovo set in Nepal per Battiato

A Katmandu sulle tracce di uomini straordinari per il film-documentario che indaga il tema della morte nelle diverse tradizioni spirituali d’Oriente e d’Occidente. Nel cast Cristina Coltelli, sorprendente “donna Arlecchino” del teatro italiano

 

Cristina Coltelli

Cristina Coltelli nei panni di Arlecchino

Il Nepal è la tappa conclusiva di un percorso di riprese cominciato qualche mese fa dal regista-musicista siciliano animato da una instancabile curiosità verso nuovi territori artistici, filosofici e spirituali.

La narrazione di “Attraversando il Bardo”, il cui titolo prende spunto dal testo più noto della letteratura tibetana, è arricchita dal contributo di monaci, asceti, filosofi e psicologi che si incrociano in un dialogo a distanza per ritrovare il senso più profondo della vita e della ricerca esistenziale.

A fare da contrappunto lieve a un tema così profondo, Battiato ha intercalato una esilarante pièce di Cristina Coltelli, attrice, autrice e cantante, sorprendente “donna Arlecchino” del teatro italiano. Nata a Palermo e cresciuta con le migliori compagnie teatrali nazionali e in quella grande fucina di talenti che è il Théâtre du Soleil a Parigi, la Coltelli interpreta l’intramontabile servo sciocco che con la sua vitalità raggira anche stavolta Signora Morte e con un dialogo serrato e perfetto, sintesi della più collaudata comicità da commedia dell’arte, introduce una nota di leggerezza nella struttura narrativa del film.

Prima delle riprese in Nepal il film è stato girato in Sicilia tra scenari dell’isola meno conosciuti: le Cave di Cusa e i bellissimi paesaggi dell’altopiano dell’Argimusco, una vasta zona sui Nebrodi  segnata dalla presenza di dolmen e menhir di grande suggestione.

“Attraversando il Bardo” è prodotto dalla Arco Produzioni srl con il sostegno di alcuni sponsor tecnici e la produzione esecutiva di Fabio Bagnasco e Massimiliano Pollina.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

NEL NOME DI SAN LUCA, DI POLSI E DELLA SANTA

2 luglio 2022, Commenti disabilitati su NEL NOME DI SAN LUCA, DI POLSI E DELLA SANTA

l’eredità delle stragi

24 maggio 2022, Commenti disabilitati su l’eredità delle stragi

40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

30 aprile 2022, Commenti disabilitati su 40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

23 aprile 2022, Commenti disabilitati su Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

Generazioni che si ipotecano il futuro

4 aprile 2022, Commenti disabilitati su Generazioni che si ipotecano il futuro

Video

Service Unavailable.