Pubblicato: dom, 20 Gen , 2013

Primarie della cultura del Fai

Il 28 gennaio scade il termine per partecipare alle Primarie della cultura del Fai, la grande consultazione online su ambiente, cultura e paesaggio.

 

 

di Vito Campo

NEWS_92664Sono questi gli ultimi giorni per poter esprimere il proprio voto alle Primarie della cultura del Fai. Infatti, il Fondo Ambientale Italiano ha lanciato il 7 gennaio scorso, un’iniziativa tesa a sensibilizzare l’opinione pubblica, ma anche la classe politica che si affaccia alle prossime elezioni nazionali, sulla necessità di riportare la cultura italiana al centro dell’attenzione di questo Paese. Le primarie della cultura si chiuderanno il 28 gennaio. Fino a quest’ultimo termine sarà possibile esprimere, attraverso il voto, la propria preferenza su tre dei quindici temi proposti, che da sempre caratterizzano l’attività della Fondazione: cultura, paesaggio, ambiente.
Questa iniziativa, del tutto innovativa nel settore nonché ispirata dai giovani della Fondazione, vuole dare la possibilità “di manifestare e sostenere le proprie priorità, in compagnia di personaggi simbolo della storia del bello del nostro Paese”. Il Fai, dal 1975, è impegnato in attività di tutela e valorizzazione del patrimonio artistico, naturalistico e storico italiano.
I partecipanti al voto scegliendo fra i 15 temi proposti potranno dare il loro contributo al lavoro del Fondazione. Nella fattispecie, partendo dalla quota minima dell’1% per il finanziamento della cultura, passando per la difesa dei centri storici, per concludere, poi, con il dovere di finanziare il diritto allo studio, ogni votante propria dire la propria. Al termine della consultazione i cinque temi più votati, saranno annunciati ufficialmente e presentati ai partiti e ai candidati delle prossime elezioni politiche nazionali. Il voto può essere espresso soltanto online sul sito delle Primarie della cultura e sulla pagina facebook del Fai.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

28 maggio 2024, Commenti disabilitati su L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

UNA STRADA PER IL SUD

26 maggio 2024, Commenti disabilitati su UNA STRADA PER IL SUD

LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

19 aprile 2024, Commenti disabilitati su LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

28 marzo 2024, Commenti disabilitati su CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Video

Service Unavailable.