Pubblicato: mar, 8 Ott , 2013

Pavitra Bhardwaj: ennesima vittima della violenza sulle donne in India

Drammatico epilogo per l’assistente universitaria datasi fuoco davanti al Governo Indiano il 30 settembre.

 

 

Dopo una settimana di agonia è morta Pavitra Bhardwaj, a causa delle gravi ustioni riportate a seguito del suo atto di protesta svoltosi davanti al palazzo del Governo di New Dehli, dopo anni di lotte e proteste sfociate nel nulla.

Pavitra, che in gioventù aveva impresso alla sua vita uno stile diverso rispetto alla maggior parte delle donne indiane diventando assistente universitaria, è invece caduta vittima di una piaga che affligge la popolazione femminile del territorio da secoli: tre anni fa la donna venne stuprata da tre colleghi e successivamente licenziata dopo aver denunciato l’aggressione alle autorità.

Lo stupro di Pavitra non è altro che l’ennesimo esempio della precaria e degradante condizione della donna in India, dove la figura femminile è soggetto di una duplice e contrastante visione: se nell’immaginario classico la donna è ritratta come moglie succube e devota al marito, in quello trasmesso dalla cinematografia l’oggetto del desiderio è rappresentato in modo sensuale e provocatore.

La confusione di questi due paradigmi, aggravata dalla conclamata condizione della donna come subordinata all’uomo, non può che sfociare in violenze sessuali esclusivamente a scapito femminile, i cui tentativi di rivalsa – qualora le vittime riescano a sopravvivere – vengono ignorati da istituzioni e società.

Il triste epilogo della Bhardwaj ha coinciso con la sentenza di pena di morte per i quattro uomini che nel dicembre scorso hanno stuprato fino alla morte una giovane ventenne: le manifestazioni che si sono svolte in tutta l’India a seguito di questi due eventi, contemporaneamente all’attenzione della comunità internazionale, potrebbero rappresentare un segno di svolta e di speranza, simbolo che la voce di Pavitra e di tutte le altre vittime potrebbe essere stata finalmente ascoltata.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

13 dicembre 2023, Commenti disabilitati su Palermo, Borgo Parrini: il comune sfratta il bene confiscato alle mafie

Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

26 novembre 2023, Commenti disabilitati su Alla Sicilia e alla Calabria non servono ponti ma autostrade, ferrovie e aerei

Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

25 novembre 2023, Commenti disabilitati su Operazione All in : Cosa Nostra e il business del gioco d’azzardo

Sicilia – Cuffaro alla conquista dell’Europa [o forse no?]

24 novembre 2023, Commenti disabilitati su Sicilia – Cuffaro alla conquista dell’Europa [o forse no?]

Video

Service Unavailable.