Pubblicato: ven, 14 Mar , 2014

Uccide il gatto cuocendolo nel microonde

La giovane di 23 anni è stata condannata a 14 settimane di carcere

Una morte atroce quella di Mowgli, un micio bianco e nero che viveva a Hoyland nel sud dello Yorkshire. Dopo aver trovato sul pavimento i resti del pesce rosso, la sua padrona ha deciso di punirlo in maniera esemplare. La donna Laura Cunliffe, affetta da una grave forma di depressione psicotica ha confessato di aver messo Mowgli nel microonde programmandolo per cinque minuti. Dopo un minuto resasi conto della gravità del suo gesto in un momento di lucidità, ha cercato di salvare il gatto tirandolo fuori dal forno. Ma le condizioni del povero micio costretto a respirare aria a centinaia di gradi erano già gravissime. Mowgli infatti è morto subito dopo. «E’ un atto di crudeltà inaudita su un animale che si fidava di lei» ha dichiarato il giudice John Foster durante la lettura della sentenza, sottolineando l’importanza degli effetti deterrenti della condanna. Il giudice del tribunale di Barnsley inoltre ha stabilito che la Cunliffe non potrà mai più possedere un animale domestico. «Speriamo che un caso del genere non capiti mai più, la sofferenza del povero gatto è stata atroce» commenta così la vicenda la portavoce della Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals,  che si occupa  della promozione del benessere degli animali. La sentenza  ha invece lasciato increduli i parenti della 23enne che hanno accusato i medici dell’ospedale presso cui la donna era stata ricoverata, di non aver svolto a dovere il proprio lavoro. Nemmeno il legale della Cunliffe  si aspettava una pena simile avendo più volte sottolineato nel corso del processo le gravi condizioni psichiche della sua assistita. Indignati anche alcuni  cittadini di Hoyland che hanno assistito alla lettura della senteza: «Laura   non avrebbe preso quella terribile decisione in piena coscienza» hanno dichiarato.  La vicenda del povero Mowgli ricorda vagamente quella di un altro felino ucciso dalla padrona proprio con un microonde. In questo caso però l’anziana signora americana ottenne un cospicuo risarcimento per il danno subìto e l’azienda produttrice costretta a specificare sul libretto di istruzioni : non introdurre gatti nel microonde.

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

21 novembre 2017, Commenti disabilitati su Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

16 novembre 2017, Commenti disabilitati su Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

impertinenteMente

14 novembre 2017, Commenti disabilitati su impertinenteMente

Un prete che ha fatto il voto di povertà

13 novembre 2017, Commenti disabilitati su Un prete che ha fatto il voto di povertà

Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.