Pubblicato: mer, 9 Nov , 2016

Sfiorato l’ennesimo disastro

E’ tracimato il torrente Ambra, l’Arno ha minacciato di uscire dagli argini

 

hqdefaultOra si contano i danni: è divenuta un’incombenza quotidiana. Nella notte tra sabato e domenica 6 novembre il torrente Ambra è esondato per le violente piogge abbattutesi sul Valdarno e si è riversato sui campi di Pietraviva e Capannole, in comune di Bucine, alcuni tratti della strada provinciale della Valdambra sono stati interrotti; la situazione più critica si è avuta a Levane, il ponte dinanzi alla Diga si è parzialmente allagato, i borri si sono riempiti di acqua, sono rimasti allagati garage, scantinati, campi, giardini e orti. Ma qui le opere idrauliche, in particolare la cassa di espansione di Ambra, hanno permesso di reggere l’urto, anche se è stato principalmente gli elementi a non infierire fino in fondo: occorrerebbe potenziare ancora la messa in sicurezza del territorio.

A San Giovanni, invece, la furia della pioggia ha tuttavia intasato i tombini per le carenze della rete fognaria che non ha consentito di riversare in Arno e le strade della zona sud della cittadina sono rimaste sotto l’acqua e il transito delle auto ha subito forti disagi e meno male che l’Arno ha fatto paura per tutta la notte ma è straripato parzialmente solo a monte, a Ponte a Buriano, ma la piena ha interessato solo terreni agricoli.

Il consigliere del M5S di San Giovanni Andrea Focardi ha auspicato risposte da parte del sindaco Viligiardi e dagli organi competenti. “Ci auguriamo vivamente che i sangiovannesi non siano costretti a pagare i danni dopo che ogni anno versano regolarmente la gabella del servizio idrico integrato e della pulitura dei borri e corsi d’acqua, attualmente in capo sia al Consorzio di bonifica che alla Provincia”. Quindi ha sottolineato le responsabilità di Publiacqua per le deficienze della rete idrica e fognaria, nonché per il problema della pulitura e della manutenzione dei corsi d’acqua. “Non è giusto che a pagare siano sempre i cittadini che già spendono per un servizio che ad oggi ha dimostrato tutta la sua inefficienza”.

Insomma una notte critica e un disastro sfiorato. Questa volta, per fortuna, non ci sono state vittime umane. Ma il prodursi ormai ricorrente di tali fenomeni è e dovrebbe essere un monito a concepire una nuova scala di priorità.

Fulvio Turtulici

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

21 novembre 2017, Commenti disabilitati su Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

16 novembre 2017, Commenti disabilitati su Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

impertinenteMente

14 novembre 2017, Commenti disabilitati su impertinenteMente

Un prete che ha fatto il voto di povertà

13 novembre 2017, Commenti disabilitati su Un prete che ha fatto il voto di povertà

Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.