Pubblicato: mar, 23 Mag , 2017

Nuovo regolamento per l’esercizio del gioco lecito.

Toscana: l’auspicio anche di Libera Valdarno che sia compatto il fronte degli enti locali contro il gioco patologico.

Sono stati i Comuni di Pergine Valdarno e di Terranuova Bracciolini i primi nel Valdarno aretino che, in questi giorni, hanno provveduto ad approvare il nuovo regolamento per l’esercizio del gioco lecito predisposto da Anci Toscana.

In verità, al dicembre del 2015, tutti i consigli comunali della valle dell’Arno, sia quelli della parte aretina sia quelli della parte fiorentina, votarono una mozione che impegnava le amministrazioni locali a perseguire una strada nuova per cercare di arginare e limitare un fenomeno in costante crescita e che sta distruggendo la vita di tante persone. Ed è di questi giorni anche la lettera che il Coordinamento di Libera Valdarno ha inviato agli enti locali del territorio invitandoli ad accogliere, senza defezioni, il regolamento di Anci.

Il regolamento si pone l’obiettivo di restringere sempre più l’apertura di nuove sale da gioco, ad individuare aree di proprietà comunali dove impedire la diffusione di simili forme di gioco che creano dipendenza, a rendere viepiù praticabili le cure delle patologie da gioco.

Vi è consapevolezza in molte amministrazioni locali della gravità del problema e sono molte le associazioni e i sindaci sensibili alla salute dei propri cittadini e alla sicurezza delle collettività da loro governate. Ma sta aumentando anche la coscienza della società civile. Ad Arezzo, ad esempio, alcuni gestori di bar hanno cominciato a dire no alle slot, agli aggeggi mangiasoldi. “E’ un danno, ma qualcuno deve iniziare…la gente si sta rovinando, non potevamo più vedere persone che, per ore ed ore, rimanevano attaccate a queste macchinette mandando in fumo interi stipendi”. Adesso occorre un fronte compatto da parte di tutti gli enti locali e la rapida applicazione del regolamento.

Fulvio Turtulici

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

28 maggio 2024, Commenti disabilitati su L’appello – I compagni di Giuseppe Di Matteo

UNA STRADA PER IL SUD

26 maggio 2024, Commenti disabilitati su UNA STRADA PER IL SUD

LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

19 aprile 2024, Commenti disabilitati su LE MAFIE SONO UNA REALTÀ DEVASTANTE CON CUI FARE I CONTI, ANCHE IN TOSCANA

CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

28 marzo 2024, Commenti disabilitati su CON LA POVERTA’ CRESCONO ANCHE LE MAFIE

L’anno che verrà si celebra a Crotone

30 dicembre 2023, Commenti disabilitati su L’anno che verrà si celebra a Crotone

Video

Service Unavailable.