Pubblicato: mer, 14 Mag , 2014

Mauro Rostagno, l’omicidio perfetto a poche ore dal giudizio

A 23 anni dal delitto del giornalista Mauro Rostagno è attesa per oggi la sentenza di primo grado

 

 

Ci siamo, è tempo di sentenza e la camera di Consiglio è cominciata da ore a Trapani. E’ stato un  processo seguitissimo, on line, grazie al giornalista trapanese Rino Giacalone  e a mezzo f.b. per 53 lunghissime udienze, quello di Mauro Rostagno, giornalista, con molte vite vissute, in quei tormentati anni 70 e 80.  Partito operaio, poi studente, ha vissuto a Milano,  poi in India, fino a fondare la comunità Saman in Sicilia, in un baglio vicino Trapani. Fu colpito a colpi di pistola in macchina, a pochi metri da casa la sera del 26 settembre 1988.  Mauro era un fagocitatore, un affabulatore seducente e un divoratore, affamato della vita; ma soprattutto, al di là di tutto ciò, al di là di tutte le diverse facce e delle diverse maschere che indossava o che possono oggi essergli attribuite, ce n’era una che gli era rimasta appiccicata addosso e che è finita poi, nel dipanarsi della sua esistenza, come la più autentica tra tutte: quella del giornalista investigativo che si batte per la verità. Sono convinta, per aver studiato la storia che questa è quella che ha finito per costargli la vita. Ha scelto e deciso, da quel folle, onnipotente, narcisista e delirante coraggioso uomo che era, di andare a mettere la testa in bocca al leone, pensando di riuscire ad ammansirlo, o comunque sia a domarlo in un qualche modo. Non ce l’ha fatta. Perché l’estate del 1988 era un’estate davvero molto , ma molto particolare. Perché gli anni’80 erano stati davvero molto ma molto particolari, forse unici nella storia della nostra repubblica. Anni di ricchezza e di arroganza diffusa, gli anni della P2, gli anni del craxismo, dell’inizio della diffusione delle droghe di massa, del miscuglio di sesso e potere, di politica e danaro, di affarismo losco e di irresponsabilità sociale. La mafia? Per capire aspettiamo la sentenza, ma non basta condannare l’esecutore, occorrerebbe conoscere il mandante. Nel 2011, prima dell’inizio del processo avevamo intervistato a Palermo, la figlia, Maddalena Rostagno, a partire dal suo libro sul padre “Il suono di una sola mano”, edito il Saggiatore, che vi riproponiamo in questo video.

Di

- Direttrice responsabile di 100 Passi Journal. Giornalista esperta in nuovi diritti, salute e sanità. Appassionata di cinema e di letteratura. Consigliera nel Direttivo e membro della Segreteria dell' associazione Stampa Romana.

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

16 novembre 2017, Commenti disabilitati su Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

impertinenteMente

14 novembre 2017, Commenti disabilitati su impertinenteMente

Un prete che ha fatto il voto di povertà

13 novembre 2017, Commenti disabilitati su Un prete che ha fatto il voto di povertà

Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

“Prendere atto della realtà”

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su “Prendere atto della realtà”

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.