Pubblicato: lun, 13 Gen , 2020

La tempesta di Shakespeare in salsa siciliana e la magia del teatro di Roberto Andò.

La tempesta di Shakespeare di Roberto Andò chiude la tournée a Roma, al teatro Vascello fino al 19 gennaio. Brilla l’ironico e sapiente Prospero (Renato Carpentieri con la leggerezza di Ariel (Filippo Luna). Esilarante il trio del Calibano (Vincenzo Pirrotta), Trinculo (Paride Benassai) e Stefano (Gianni Salvo). Impeccabili i giovani romantici Miranda (Giulia Andò) e Ferdinando (Paolo Briguglia).

     Il regista Roberto Andò ha adattato la Tempesta di W. Shakespeare, con la traduzione di Nadia Fusini, tramutandola in un magico, giocoso e magnifico evento teatrale, che  con la produzione del teatro Biondo è partito da Palermo  e dopo aver fatto rotta verso nord,  ora sta chiudendo la sua  tournée a Roma, al teatro Vascello. Dove, fino a domenica 19 gennaio,  inonderà  letteralmente il  palco con la tempesta di W. Shakespeare, molta applaudita ed affollata di pubblico in questo primo week end di repliche.

Non è facile in questi ultimi dieci anni,  trovare il tutto esaurito a teatro, soprattutto a Roma, dove gli spettacoli memorabili si contano sulle punte di una sola mano. Tra questi  la Tempesta  di Shakespeare, con la regia di Roberto Andò, piace e convince molto. A dichiararlo è sua maestà il pubblico, che, anche ieri, ha applaudito a lungo la magica e raffinata rappresentazione, organizzata come un marchingegno preciso ma leggero, che alterna un testo importante con un abile movimento, cambi di scena ed effetti visivi, quelle magie che il teatro più di ogni altro ancora oggi può regalare al suo pubblico. Attori di lungo corso come Renato Carpentieri (Prospera, il duca di Milano spodestato dal fratello) che domina il gioco con una presenza scenica davvero  importante, più ironica che solenne, che si coniuga bene con la vivacità di Filippo Luna, Vincenzo Pirrotta, Gianni Salvo, Paride Bernassai, Francesco Villano e la giovane Giulia Andò, che come Paolo Briguglia è perfetta nel vestire i panni smaliziati e puri di due giovani romantici.  Tutto funziona a meraviglia e riempie gli occhi oltre alle orecchie di quelle piccole e grandi magie che il teatro  dimostra così di saper fare anche nel 2020, perché sa stare al passo con i tempi, con il mondo delle immagini e del 4D, con la dimensione reale e naturale, facendo perfino piovere, all’occorrenza. Così la regia di Roberto Andò, non c’ è che dire, sa miscelare antico e moderno: arti figurative, maschere antiche, con i giochi di luce che ci mostrano quadri d’autore, movimenti scenici che attingono alla commedia dell’arte come al teatro di De Filippo, piuttosto che alle scene dei presepi napoletani o agli affreschi di Brueghel  o ai quadri spagnoli del seicento ed  il tutto con un testo di Shakespeare che, come ci assicura Renato Carpentieri, non ha avuto riduzioni né perdite di memoria, anche il suo personaggio, Prospero, il duca di Milano è perfettamente integro.

Al pubblico di Roma, lo spettacolo piace più che a Milano, visto lo spirito mediterraneo e meridionale che aleggia in scena? No, ci ha assicurato  Carpentieri, perchè il pubblico di Palermo, Firenze, Milano, Napoli, Bordighera e Pordenone che lo  ha già visto sembra  davvero tutto uguale nel gradimento dell’opera e l’Italia, almeno su questo, pare  davvero una, ci assicura. Shakespeare scrisse La tempesta, la sua ultima opera teatrale, come un congedo di chi vuole lasciare un messaggio nella bottiglia ai posteri: l’auspicio al perdono del male, ma per redimersi occorre il trambusto della perdita, quella tempesta utile a disinnescare malsane abitudini mentali  ed una, talvolta nociva, sanità mentale. L’evoluzione del dramma shakespeariano è così perfettamente svolto e reso comprensibile da Andò, anche nel finale, quando Prospero/Carpentieri dismette il costumi del mago  e torna negli abiti di un uomo, un vecchio, che della paura di invecchiare ha saputo fare tesoro per architettare e lasciare qualcosa ai giovani, per il futuro, anche a costo di spegnere le luci e di uscire letteralmente di scena, come fa Carpentieri, nell’ultimo rito magico di la Tempesta.

 

Di

- Direttrice responsabile della testata giornalistica 100 Passi. Giornalista esperta in nuovi diritti, salute e sanità. Appassionata di cinema e di buone letture. Membro eletto del Collegio dei Probiviri della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Tucidide e il coronavirus: Atene e Milano.

29 marzo 2020, Commenti disabilitati su Tucidide e il coronavirus: Atene e Milano.

Il silenzio di Francesco

27 marzo 2020, Commenti disabilitati su Il silenzio di Francesco

Appalti: c’è un altro virus più difficile da debellare?

24 marzo 2020, Commenti disabilitati su Appalti: c’è un altro virus più difficile da debellare?

Sicurezza o lavoro? Ed il virus lucida la corona dei colossi mondiali.

20 marzo 2020, Commenti disabilitati su Sicurezza o lavoro? Ed il virus lucida la corona dei colossi mondiali.

“Petra” commuove l’Auditorium RAI

16 gennaio 2020, Commenti disabilitati su “Petra” commuove l’Auditorium RAI

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 2: parser error : AttValue: " or ' expected in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: <html lang=en> in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 2: parser error : attributes construct error in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: <html lang=en> in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 2: parser error : Couldn't find end of Start Tag html line 2 in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: <html lang=en> in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 2: parser error : Extra content at the end of the document in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: <html lang=en> in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.