Pubblicato: lun, 10 Mar , 2014

Iran: crowdfunding per i condannati a morte

Contro l’impressionante aumento delle condanne a morte in Iran, un gruppo di studenti avvia collette online per salvare i carcerati

Hasan Rouhani

Con 625 esecuzioni capitali nel solo 2013, l’Iran rappresenta il secondo paese al mondo con più condanne a morte, secondo solo alla Cina. Poiché il governo di Hassan Rouhani non accenna ad una inversione di tendenza, un gruppo di studenti afferenti alla coalizione di opposizione Società Popolare ha deciso di avviare una colletta del tutto social per tentare di salvare i condannati a morte del paese.

La decisione di avviare un vero e proprio crowdfunding online, ossia una raccolta di fondi per un motivo ben preciso, è da ricondurre al tentativo di salvare Safar Anghouti, condannato a morte per un omicidio avvenuto in circostanze non del tutto chiare. La colletta web potrebbe realmente portare alla liberazione del giovane 24enne sul ciglio del patibolo, infatti secondo la legge iraniana un carcerato può essere liberato e formalmente scagionato dalle accuse qualora la parte lesa (per la maggior parte delle volte si tratta della famiglia della vittima) riesca ad ottenere un risarcimento adeguato al danno subito.

Così gli studenti iraniani hanno deciso di utilizzare un sistema del tutto innovativo, che sta spopolando in tutto il mondo per scopi benefici o per salvare aziende sull’orlo del fallimento, per arginare l’estrema facilità con cui il nuovo governo si libera dei detenuti: fino ad adesso sono stati registrati dei dati incoraggianti, così come è stata di grande ottimismo la reazione del popolo iraniano.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Juris Pills, seconda parte.

29 novembre 2021, Commenti disabilitati su Juris Pills, seconda parte.

Covid: l’allarme degli specialisti sulla natura multisistemica della malattia nel lungo periodo.

26 novembre 2021, Commenti disabilitati su Covid: l’allarme degli specialisti sulla natura multisistemica della malattia nel lungo periodo.

Povertà e pensieri lunghi.

25 novembre 2021, Commenti disabilitati su Povertà e pensieri lunghi.

25 novembre contro la violenza di genere

24 novembre 2021, Commenti disabilitati su 25 novembre contro la violenza di genere

Rifiuti, rifiuti nucleari.

23 novembre 2021, Commenti disabilitati su Rifiuti, rifiuti nucleari.

Video

Service Unavailable.