Pubblicato: sab, 29 Mar , 2014

Caso Morosini, rinviati a giudizio tre medici

Il gup di Pescara rinvia a giudizio i medici che hanno prestato i primi soccorsi, l’accusa è di omicidio colposo
Piermario Morosini

Piermario Morosini

Sono passati quasi due anni da quel tragico 14 aprile 2012, quando durante il match di serie B tra Pescara e Livorno, perse la vita a causa di un malore il calciatore amaranto Piermario Morosini. Si scoprì in seguito ad autopsia, che il 24enne atleta del Livorno, soffriva di una cardiomiopatia aritmogena che portò al malessere e al successivo decesso; in molti sollevarono dubbi sui tempi di soccorso e sull’operato dei medici intervenuti sul posto e, nel corso di questa settimana, dopo i lunghissimi tempi giuridici ai quali oramai siamo abituati, il gup del tribunale di Pescara, Luca De Ninis, ha rinviato a giudizio i medici sociali delle due squadre, Ernesto Sabatini del Pescara e Manlio Porcellini del Livorno, e Vito Molfese, il medico del 118 presente allo stadio “Adriatico” al momento dell’accaduto. L’accusa per i tre medici che hanno prestato i primi soccorsi a Morosini, è quella di omicidio colposo motivata dal mancato utilizzo di un defibrillatore semiautomatico presente sul posto pochi istanti dopo il tragico avvenimento. A giudizio di alcuni esperti in materia l’uso del rianimatore non avrebbe salvato con certezza il giovane, ma avrebbe dato lui qualche possibilità in più di sopravvivenza; a seguito di queste valutazioni l’udienza è stata fissata per il primo giorno di dicembre. Consapevoli del fatto che una società calcistica dovrebbe essere a conoscenza di un disturbo cardiaco, probabilmente congenito, che può causare la morte di un suo assistito e quindi vietargli di scendere in campo salvandogli potenzialmente la vita, adesso non resta che attendere una decisione degli organi giuridici competenti per stabilire se si è fatto il possibile o se la morte di Piermario possa essere davvero considerata un omicidio.

Fabrizio Guercio

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

21 novembre 2017, Commenti disabilitati su Black out Roma. L’ informazione trasloca a Milano, perché?

Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

16 novembre 2017, Commenti disabilitati su Cavriglia, il territorio dell’ex miniera

impertinenteMente

14 novembre 2017, Commenti disabilitati su impertinenteMente

Un prete che ha fatto il voto di povertà

13 novembre 2017, Commenti disabilitati su Un prete che ha fatto il voto di povertà

Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

10 novembre 2017, Commenti disabilitati su Per non dimenticare: la lunga ombra del Divo

Video


Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: Entity: line 1: parser error : Start tag expected, '<' not found in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: No longer available in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Warning: simplexml_load_string() [function.simplexml-load-string]: ^ in /home/content/92/11782892/html/wp-content/plugins/youtube-sidebar-widget/youtube-sidebar-widget.php on line 82

Service Unavailable.