Pubblicato: lun, 24 Feb , 2014

Carmelo Iannì un uomo al servizio dello stato

Presentazione del documentario dal titolo “Carmelo Iannì: un uomo al servizio dello stato” che si terrà giorno 26 febbraio 2014 alle ore 21:00, presso “Ex Casa Badalamenti” in Corso Umberto 183 a Cinisi.

loc_sera“Carmelo Iannì: un uomo al servizio dello Stato” è un documentario realizzato dai volontari di Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, che ricostruisce la storia di Carmelo Iannì, un albergatore ucciso dalla mafia, all’interno del suo albergo “Riva Smeralda” il 28 Agosto 1980 a Villagrazia di Carini (Pa).

La realizzazione del documentario si inserisce all’interno delle attività del progetto  “Un ponte per la memoria” finanziato da “Fondazione con il Sud” che ha previsto la costituzione di un gruppo di lavoro formato da volontari, per la ricerca di una storia di una vittima di mafia, avvenuta nel territorio della provincia di Palermo e sconosciuta dall’ opinione pubblica.

La scelta di raccontare la storia di Carmelo Iannì  deriva dalla commozione e stima nei confronti di  un uomo che ha collaborato con lo stato alla ricerca della verità, ma dal quale non ha ricevuto la tutela e la protezione che avrebbe meritato.

Attraverso le confidenziali testimonianze delle figlie e le preziose informazioni  di scrittori e storici emerge il coraggio, la sete di giustizia e il senso civico di un cittadino che facendo il proprio dovere, ha sacrificato la propria vita.

Sempre giovedì 26 febbraio alle ore 20.30 davanti Casa Memoria sarà posta una pietra d’inciampo dedicata a Guido Orlando in occasione dell’anniversario della sua morte. L’evento rientra nel progetto “Un Ponte per la memoria” che nella stessa giornata prevede due iniziative promosse dai volontari di Casa Memoria e dedicate alla figura dell’albergatore Iannì, ucciso dalla mafia.

Guido Orlando, compagno di Peppino, è stato uno dei fondatori di Casa Memoria insieme alla famiglia Impastato mettendo a disposizione dell’associazione tutta la sua carica umana e la sua grande professionalità di fotografo e il suo impegno militante. Per noi tutti è stata una grave predita, lasciandoci un vuoto incolmabile. La pietra d’inciampo, siamo sicuri, contribuirà a tenere viva la sua memoria in tutti coloro che, provenienti da tutti i paesi del mondo,  faranno il percorso dei cento passi.

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

l’eredità delle stragi

24 maggio 2022, Commenti disabilitati su l’eredità delle stragi

40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

30 aprile 2022, Commenti disabilitati su 40 anni dall’assassinio di Pio La Torre, eliminato dalla mafia

Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

23 aprile 2022, Commenti disabilitati su Memoria e Storia : breve guida per capire il presente

Generazioni che si ipotecano il futuro

4 aprile 2022, Commenti disabilitati su Generazioni che si ipotecano il futuro

Bavaglio a magistrati e al diritto di informazione

1 aprile 2022, Commenti disabilitati su Bavaglio a magistrati e al diritto di informazione

Video

Service Unavailable.