Pubblicato: ven, 27 Dic , 2013

Beiurut, autobomba uccide l’ex ministro delle Finanze Mohammed Shatah

Attentato nel centro di Beirut, decine i morti

Una forte deflagrazione nel cuore della capitale libanese ha interrotto la quotidianità. Una autobomba è esplosa nei pressi dell’hotel Four Season, morto nell’attentato l’ex ministro delle Finanze Mohammed Shatah, attuale consigliere del premier Saad al Hariri ed esponente del movimento al Mustaqbal.

Stando alle prime ricostruzioni dei media libanesi, Shatah era diretto a una riunione della Coalizione denominata del ”14 marzo”, ostile al regime di Bashar al Assad e favorevole all’opposizione siriana. Nell’esplosione in un primo momento secondo la croce rossa sarebbero stati 15 i morti e decine i feriti.

Secondo quanto riferito dall’Unifil all’agenzia di stampa Asca , per la sua zona di competenza «il livello di allerta non e’ cambiato. Stiamo seguendo quanto accaduto, ma nel sud del Paese la zona resta calma – ha detto il portavoce Andrea Tenenti –  Al momento, inoltre, l’ambasciata d’Italia a Beirut esclude che vi possanno essere italiani coinvolti nell’attacco. «Non abbiamo notizie di italiani coinvolti nell’esplosione”, ha spiegato la stessa rappresentanza diplomatica. ”In queste ore – ha aggiunto – stiamo svolgendo gli accertamenti dovuti»

Di

Ultime notize

Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

23 luglio 2016, Commenti disabilitati su Europa, la strage degli innocenti. E le “vittime” si fanno carnefici, perchè?

La ‘ndrangheta : dalla Calabria alla conquista del mondo.

6 dicembre 2021, Commenti disabilitati su La ‘ndrangheta : dalla Calabria alla conquista del mondo.

Juris Pills: lo scioglimento dei comuni per mafia

4 dicembre 2021, Commenti disabilitati su Juris Pills: lo scioglimento dei comuni per mafia

Juris Pills, seconda parte.

29 novembre 2021, Commenti disabilitati su Juris Pills, seconda parte.

Covid: l’allarme degli specialisti sulla natura multisistemica della malattia nel lungo periodo.

26 novembre 2021, Commenti disabilitati su Covid: l’allarme degli specialisti sulla natura multisistemica della malattia nel lungo periodo.

Povertà e pensieri lunghi.

25 novembre 2021, Commenti disabilitati su Povertà e pensieri lunghi.

Video

Service Unavailable.